Festa di San Michele Arcangelo

I festeggiamenti in onore di S. Michele Arcangelo si celebrano la prima domenica di Ottobre con una processione che accompagna il Santo tra le strade del paese. San Michele Arcangelo è considerato protettore dei farmacisti, commercianti, fabbricanti di bilance, maetri di scherma e radiologi; nonché della polizia e dei paracadutisti d’ Italia e Francia.
A partire dall’ XI secolo il culto dell’Arcangelo si diffuse in tutta Europa e gli furono dedicate diverse chiese e cappelle; una di queste è stata costruita anche a Vitulazio. Essa fu ricavata nella parte occidentale della Chiesa e mantenuta dai fratelli della confraternita di S. Michele. La confraternita fu istituita con una apposita regola il 15 febbraio 1705; era governata dal priore eletto a suffragio segreto dagli stessi +confratelli.
Nell’omonima cappella si conserva, ancora oggi, la statua del Santo acquistata con elemosine dai fedeli di Vitulazio. Al suo interno vi è il cimitero dei devoti, utilizzato al riempirsi dei sepolcri della Chiesa. Al centro invece, si conservano le spoglie dei fratelli della confraternita sulla cui lapide è scolpita la seguente frase:
“Secellum Hoc/Divo Michaeli Arcangelo/Dicotum/Ampliori Ac Elegantiori
Forma/Sodalium Sumtibus/Restitutum/A.D.MDCCCXXXII ”
(Questo tempietto/Dedicato al/Divo Michele Arcangelo/Restaurato e anche ampliato con foggia/squisita fu eletto/O confraternita/Anno del Signore 1832 ).
Punto centrale della festa di S. Michele, è la tradizionale “Tragedia di S. Michele A.”,
interpretata dagli abitanti del luogo.